Dottoressa Federica Ferrara

Psicologa Psicoterapeuta

Chi sono
Sono una Psicologa e Psicoterapeuta Sistemico Relazionale. Mi sono laureata all’Università di Roma “La Sapienza” e, successivamente, mi sono specializzata in Psicoterapia ad Indirizzo Sistemico Relazionale presso la Scuola Romana di Psicoterapia Familiare diretta dal Prof. Carmine Saccu. Ho da sempre prediletto l’attività clinica perché il rapporto che si crea in psicoterapia mi mostra ciò che c’è “dietro le quinte”, ciò che le persone hanno di più intimo e che, spesso, celano agli altri. Credo fermamente nel potere delle parole e di una “relazione che cura” ed è per questo che ho scelto come approccio teorico quello sistemico relazionale dove ho la possibilità di lavorare sia col singolo che con l’intera famiglia osservando le relazioni tra i suoi membri.
Cosa faccio
Mi occupo di psicoterapia individuale, di coppia e familiare. Lavoro contemporaneamente sul livello intrapsichico e su quello interpersonale di modo da poter offrire agli altri diversi punti di vista e aiutarli ad attingere alle loro risorse più nascoste.

Gli ambiti nei quali lavoro principalmente sono:

  • Disturbi depressivi
  • Disturbi d’ansia (Ansia generalizzata, Fobie, Attacchi di Panico, etc)
  • Disturbi del Comportamento Alimentare (Anoressia Nervosa, Bulimia, Disturbo da Abbuffate incontrollate, etc)
  • Difficoltà relazionali
  • Dipendenza affettiva (analisi dei propri tratti di personalità con conseguente studio delle dinamiche relazionali messe in atto e valutazione della scelta del partner fino alla consapevolezza dei legami patologici instaurati e, a volte, della violenza domestica che si subisce o si infligge)
  • Sostegno alla donna e alla coppia prima del parto e nei primi anni di vita del bambino
  • Sostegno alla genitorialità (sia durante le varie fasi del ciclo di vita della famiglia sia in casi di separazione)
  • Sostegno durante l’adolescenza (difficoltà relazionali, decisionali, svincolo dalla famiglia, etc)
Quando e come posso aiutarti
In diversi momenti della vita capita di dover affrontare situazioni che creano disagio, confusione, dolore e di rendersi conto che non si riescono ad affrontare da soli. La psicoterapia, attraverso il dialogo con un operatore del settore, permette di avere maggiore consapevolezza su ciò che sta accadendo e di imparare degli strumenti per poter gestire queste fasi e accedere alle proprie risorse interne. Quando la sofferenza limita la quotidianità e i settori ad esso correlati, come ad esempio la vita privata e/o l'ambito lavorativo, vuol dire che si è superato un limite e che la terapia può diventare una strada per ritrovare l'equilibrio psicofisico.
Terapia individuale
La psicoterapia individuale sistemico relazionale permette di fare questo percorso lavorando prevalentemente sul livello intrapsichico, ciò che c'è dentro di noi, non tralasciando le connessioni che ogni individuo ha con l'ambiente circostante e le persone che ne fanno parte. Partendo dallo studio dei sintomi, espressione della sofferenza che la persona sta vivendo e dei suoi significati, la relazione tra il terapeuta e il paziente dà voce e trasforma quel disagio in ciò che può essere elaborato.
Terapia di coppia
Nella terapia di coppia l'accento è posto, più che sugli individui stessi che la compongono e le loro storie personali, sulle dinamiche che si sono venute a creare e che hanno generato dei blocchi all`interno della relazione. Le emozioni, i vissuti e le aspettative dei partners vengono affrontate in un ambiente "protetto" dove, con l'aiuto di un terzo neutrale, si mettono in atto nuove strategie volte ad affrontare i conflitti futuri e si ricrea un patto di fiducia reciproca.
Terapia familiare
La terapia familiare, infine, è un modello di intervento terapeutico che ha come scopo quello di riportare l'attenzione sulla relazione tra i membri della famiglia. Il disagio che il “malato” porta è, secondo quest’ottica, all'interno del sistema familiare e le relazioni tra di esso influenzano il comportamento del “paziente designato.
La terapia familiare viene preferibilmente utilizzata: quando la terapia individuale portata avanti da un membro della famiglia non è sufficiente a far diminuire la sintomatologia e la sofferenza ha un impatto palese su tutto il sistema familiare; quando all`interno della famiglia si verifica un evento paranormativo o particolarmente stressante (lutto, trasloco, crollo finanziario, perdita del lavoro, etc); quando la sintomatologia è espressa da bambini o adolescenti; quando il “paziente designato” è dipendente da droghe, alcol, gioco d'azzardo patologico, ha una diagnosi di DCA (disturbi del comportamento alimentare), è psicotico, quando ci sono comportamenti molto violenti (genitori verso figli ma anche figli verso genitori) e quindi anche nei quadri borderline
É importante capire che tale modello viene utilizzato non quando si ritiene che la famiglia sia la “causa” del problema del paziente ma quando si comprende che il solo membro sintomatico non può farcela e che la famiglia può rappresentare per lui una risorsa e quindi anche accelerare il processo terapeutico. Nessuno è vittima o carnefice, colpevole o innocente. In una famiglia in cui c`è un membro sintomatico tutto il sistema soffre.
Dottoressa Federica Ferrara
Psicologa Psicoterapeuta
Corso Vittorio Emanuele 94
84122 SALERNO (SA)
Email: dottoressafedericaferrara@gmail.com

Iscrizione Albo Ordine Psicologi Campania n. 2007 del 2004
P.IVA 06349041217
Prendi un appuntamento
Dichiaro di aver letto e di accettare i termini e le condizioni